1° Corso di Alta Formazione in “Professione Giornalista”

11 giugno 2015
Print Friendly, PDF & Email

1° Corso di Alta Formazione in “Professione Giornalista”

 Corso di Formazione alla Professione di Pubblicista e Giornalista e per l’ Aggiornamento di Pubblicisti e Giornalisti Professionisti

La Federazione Italiana Lavoratori Emigranti, l’Associazione Italiana Pubblicisti e  Giornalisti Liberi,  il  Quotidiano Internazionale on line “ Il Corriere di Puglia e Lucania”, organizzano il 1°  Corso di Alta Formazione “Professione Giornalista”  riservato ai laureati di Università italiane o straniere, statali o legalmente riconosciute e nei Corsi di Laurea di tutte le Facoltà. L’accesso è consentito inoltre ai laureati dei Corsi di Laurea specialistica previsti da tutte le classi del D.M. 28 novembre 2000 e dei Corsi di Laurea Magistrale previsti da tutte le classi del D.M. 16 marzo 2007.

Finalità del Corso

Il  Corso di Alta Formazione in “ Professione Giornalista” vuole formare giovani giornalisti il cui capitale professionale di partenza sia la capacità di sapersi e potersi avviare a tutte le diverse forme ed a tutte le diverse specializzazioni del giornalismo. Questo obiettivo può essere raggiunto solo integrando sistematicamente l’approccio culturale e quello professionale al giornalismo. Obiettivo dell’impianto didattico è dunque la comunicazione sistematica tra le discipline accademiche e quelle specificamente giornalistiche. E’ necessario che gli studenti imparino tanto a praticare, quanto a pensare e ad interpretare il giornalismo come espressione e comunicazionale libera, scevra da pregiudizi e condizionamenti politici e d’ogni altro genere, come servizio formativo ed informativo al servizio dei cittadini. Solo per questa strada i corsisti che si impegneranno al  massimo nel percorso formativo ( lezioni, stage, tirocini e prove pratiche) potranno essere pronti a lavorare nei diversi “giornalismi” che il mondo della comunicazione oggi conosce e propone e potranno, nel contempo essere pronti ad aggiornare costantemente competenze e culture professionali, lungo tutta la loro carriera. L’integrazione tra teoria e pratica trova il suo terreno migliore nella formazione sia tradizionale che multimediale al giornalismo. L’impianto didattico del Corso è interamente orientato in questa direzione. stampa, radio, tv, web, netwok trovano uguale spazio e approfondimenti nel piano degli studi, nella convinzione che quel capitale professionale di partenza non sia veramente tale se non è capace di esprimersi con tutti i diversi mezzi, e tutti i diversi media frequentati oggi dal giornalismo più avanzato.

Obiettivi del Corso

Il Corso  si propone di preparare figure professionali versatili e capaci di passare dall’uno all’altro settore dei media, con una forte sensibilità per le situazioni di contesto (politico, sociale, culturale, economico, scientifico e tecnologico) in cui operano, con un profilo internazionale e aperto all’innovazione tecnico-scientifica, con una forte sensibilità etico-valoriale e una responsabilità per i risvolti deontologici e di tutela dei diritti individuali. Il Corso si propone, altresì, come percorso finalizzato alla acquisizione ed alla implementazione di ulteriori conoscenze in materia, di migliorare ed ottimizzare le abilità tecniche necessarie per esercitare la professione di pubblicista/giornalista e migliorarne le performance professionali. A conclusione del Corso di Alta Formazione “Professione Giornalista” verrà rilasciato ai partecipanti un Attestato ( controfirmato dai docenti del corso e dai partner dello stesso ) che certificherà l’acquisizione delle conoscenze  e delle specifiche abilità per intraprendere/esercitare la professione di giornalista; il Corso di Alta Formazione è valido come percorso formativo di aggiornamento così come richiesto e previsto dall’art. 7 del D.P.R.  n. 137/2012.

Sbocchi occupazionali:

I settori occupazionali di riferimento nei quali i corsisti potranno trovare lavoro sono:

  • giornali (quotidiani e periodici)
  • agenzie di stampa
  • case editrici
  • radio e televisione
  • internet
  • uffici stampa (settore privato, istituzioni, Regioni, Enti locali, Enti piubblici)

Per preparare in modo adeguato  alla “Professione di Giornalista” gli studenti laureandi, quelli   laureati, i praticanti giornalisti e pubblicisti, i pubblicisti e i giornalisti professionisti, la Federazione Italiana Lavoratori Emigranti e l’Associazione Italiana Pubblicisti e Giornalisti Liberi – AIGPL stanno attivando convenzioni di stage e di tirocini con numerose aziende editoriali e testate giornalistiche e televisive per effettuare nelle loro sedi stage e tirocini formativi

Al Corso di Alta Formazione potranno essere ammessi, previo colloquio selettivo, un minimo di 20 allievi sino ad un massimo di 25 corsisti

Gli allievi verranno  selezionati tra gli aspiranti pubblicisti e giornalisti ed i pubblicisti e giornalisti professionisti in possesso di un diploma di laurea conseguito in Italia o all’estero legalmente riconosciuto nei corsi di laurea di tutte le facoltà; l’accesso inoltre sarà consentito ai neo laureandi (regolarmente iscritti all’ultimo anno del relativo corso di laurea, in regola con gli esami e che abbiano già stabilito la data della loro seduta di laurea) ed ai laureati dei corsi di laurea specialistica previsti da tutte le classi del D.M.  28 novembre 2000 e dei corsi di laurea magistrale previsti dal D.M. 16 marzo 2007 ed affronteranno un percorso didattico formativo che durerà non meno di 6 mesi e che prevede 40 ore di didattica in aula , 80 ore di laboratori tematici, e 80 ore di tirocinio  per un totale di 200 ore complessive suddivisi in 10 moduli da 20 ore

L’attività formativa sarà svolta in collaborazione con l’ Università degli Studi di Bari, Dipartimento di Scienze della Formazione e della Comunicazione e con  alcune tra le più prestigiose testate giornaliste, televisive, case editrici, agenzie giornalistiche e quotidiani on line, al fine coniugare la formazione accademica con quella pratica, in modo da assicurare la padronanza tanto delle competenze culturali e tecniche, quanto dei principi necessari per il corretto esercizio dell’attività giornalistica.

Percorso didattico

L’attività didattico formativa complessiva è suddivisa nei seguenti moduli:

-Storia del Giornalismo

-Storia Contemporanea;

-Sociologia della comunicazione;

-Relazioni internazionali e politica globale;

-Fotogiornalismo

-Modelli di giornalismo e Media internazionali

-Giornalismo d’Agenzia

-Etica e Deontologia professionale

-Tecniche di ripresa e di montaggio

-Linguaggio delle immagini

-Dizione e prossemica

-Public Speaking e Comunicazione efficace

-Giornalismo scritto

-Giornalismo on line

-Giornalismo televisivo e radiofonico

-Discipline tecniche per la formazione giornalistica;

Percorso Formativo

Il Corso prevede le seguenti attività formative:

Stage/Periodi di formazione presso Testate giornalistiche e televisive, Case editrici e Agenzie di stampa. Gli obiettivi dei periodi di pratica guidata rappresenteranno l’approccio con le realtà operative e la conoscenza dei meccanismi relazionali. A conclusione del Corso i partecipanti sosterranno una prova finale  consistente nella redazione di un articolo o di una inchiesta giornalistica.

Quotidiani Nazionali e  Regionali con i quali sono in corso contatti per accordi di stage e laboratori didattici e

La Gazzetta del Mezzogiorno

Il Corriere del Mezzogiorno (Il Corriere della Sera)

Bari Repubblica

Il Sole 24

Il Quotidiano di Bari

La Gazzetta Dello Sport

 

Quotidiani On line:

Corriere di Puglia e Lucania

Televisioni e Radio

Rai 1

Mediaset Canale 5

Telenorba

Canale 100

Antenna SUD

Telebari

Delta TV

Teleregione

Agenzie di Stampa

AGI – ANSA – ASCA – AISE – 9COL. 

Docenti:

Francesco Giorgino

Onofrio Pagone

Enzo Magistà

Gaspare Cardamone

Canio Trione

Nunzia Bernardini

Vittoriano Caporale

Tiziana Grassi

Ilaria Guidantoni

Gianfranco Suma 

Goffredo Palmerini

Nello Rega

Domenico Logozzo

 

Durata e frequenza dei corsi

La durata del Corso di Alta Formazione “ Professione Giornalista” è di 200 ore, suddivise il 10 moduli da 20 ore ciascuno; tra lezioni in aula ( 60 ore), stage e laboratori pratici ( 140 ore) e si svolgeranno preferibilmente nei fine settimana e nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato ( dalle ore 9,00 alle ore 14,00 ) con non meno di 12 ore settimanali (salvo diversa e concordata articolazione oraria settimanale dovuta ad esigenze organizzative). La mancata frequenza delle lezioni o delle esercitazioni di formazione pratica è ammessa per comprovati motivi di salute e/o familiari e in ogni caso non può essere superiore le 48 ore, pari al 20% delle ore totali . Tali assenze devono essere giustificate mediante idonea certificazione rilasciata dalle competenti strutture sanitarie. Le assenze non giustificate o l’allontanamento arbitrario dai corsi a qualsiasi titolo determinata, comportano l’esclusione senza la restituzione della quota di iscrizione. Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la aule formative dell’Istituto Professionale di Stato “ Santarella” di Bari.

Disciplina degli stage

I corsisti praticanti sono tenuti al rispetto delle relative norme contrattuali e deontologiche, come previsto dall’art. 20 del Quadro di indirizzi per il riconoscimento, la regolamentazione e il controllo delle Scuole di Formazione al Giornalismo. Gli allievi potranno andare in voce o video solo se autorizzati e comunque sotto la diretta responsabilità del Direttore della Testata presso la quale si svolge lo stage e con il consenso del Direttore del Corso. E’ tassativamente esclusa la possibilità di partecipare contestualmente ad altri stage o tirocini formativi al di fuori di quelli previsti e predisposti dal Corso.  Al termine di ogni stage/laboratorio ciascun corsista dovrà redigere una relazione  sull’attività svolta all’interno delle testate ospitanti indicando i punti di forza ed eventuali criticità riscontrate e che dovrà essere consegnata alla Direzione del  Corso di Alta Formazione.

Prova finale e rilascio dell’attestato

Al termine del Corso di Alta Formazione “ Professione Giornalista” i corsisti devono sostenere una prova finale consistente nella redazione di un articolo su un argomento scelto autonomamente.

A coloro che avranno superato la predetta prova la Federazione Italiana Lavoratori Emigranti, il Direttore del Quotidiano on line “ Il Corriere di Puglia e Lucania” e l’Associazione Italiana Pubblicisti e Giornalisti Liberi rilasceranno un attestato professionale (controfirmato dall’Università degli Studi e dai rappresentanti delle testate giornalistiche e televisive partner del Corso ) che certificherà l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità necessarie per poter intraprendere la professione di pubblicista e giornalista  o l’acquisizione di ulteriori conoscenze ed abilità che abbiano valore di aggiornamento per chi già svolge la professione di pubblicista e giornalista

Modalità di ammissione

Al “Corso di Alta formazione  “ Professione Giornalista “ saranno ammessi i primi 20 iscritti in possesso dei requisiti richiesti, al fine di una corretta  gestibilità dell’aula potranno in via eccezionale essere ammessi altri 5 candidati per un totale massimo di 25 partecipanti. Per essere ammessi al corso gli aspiranti giornalisti dovranno presentare la domanda per chiedere l’ iscrizione al Corso di Alta Formazione “ Professione Giornalista” , versare la quota di iscrizione ed essere in possesso dei requisiti richiesti. Possono presentare domanda di ammissione al Corso di Alta Formazione “ Professione Giornalista”  i cittadini italiani o stranieri  in possesso di diploma di laurea o di analogo titolo accademico conseguito all’estero, preventivamente riconosciuto dalle autorità accademiche, anche nell’ambito di accordi interuniversitari di cooperazione e mobilità. I cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari in possesso di un titolo accademico straniero, che non sia già stato dichiarato equipollente a una laurea italiana, dovranno – unicamente ai fini dell’ammissione al Corso di “ Professione Giornalista”– farne espressa richiesta nella domanda  e corredare la domanda stessa dei documenti utili a consentire la dichiarazione di equipollenza in parola, tradotti e legalizzati dalle competenti rappresentanze italiane secondo le norme vigenti in materia per l’ammissione di studenti stranieri ai corsi di laurea delle Università Italiane. E’ requisito obbligatorio per i candidati di cittadinanza straniera la perfetta conoscenza della lingua italiana, che sarà accertata nel corso del colloquio d’ammissione.

Le domande di ammissione, compilate secondo il format reperibile sui siti: www.federestero.itwww.angpl.itwww.corrierepl.it, potranno essere presentate su base cartacea, consegnate a mano o spedite con raccomandata con ricevuta di ritorno tramite servizio postale o corriere postale privato al seguente indirizzo: Federazione Italiana Lavoratori Emigranti, c/o Istituto Professionale “Santarella”, in Via Di Vagno, n. 10 70126 Bari oppure c/o Federazione Italiana Lavoratori Emigranti – Corriere di Puglia e Lucania in Viale della Repubblica, 71N in  Bari o inviate on line agli indirizzi di posta elettronica di seguito indicati; in ogni caso dovranno pervenire alla FILE entro e non oltre le ore 12.00 del 15 luglio 2015.

Per partecipare al Corso di Alta Formazione è richiesta una quota di iscrizione di euro 800,00 ( Iva compresa) comprensiva delle spese organizzative, costo docenti, tutor,  sussidi didattici ed audiovisivi, stage e laboratori didattici, spese progettuali ed amministrative.

La quota di iscrizione potrà essere versata in una unica soluzione all’atto della iscrizione, oppure in due soluzioni di cui euro 400,00 all’atto della iscrizione ed euro 400,00 prima dell’inizio del corso; con bonifico bancario sul  Conto corrente acceso presso la Banca Prossima di Bari ( Banco di Napoli )  Codice IBAN  IT17 FO33 5901 6001 0000 0133 110,. intestato alla Federazione Italiana Lavoratori Emigranti – e con la indicazione della causale: “ Corso di Alta Formazione : Professione Gionalista”: La predetta somma potrà essere rateizzata ed anticipata dalla Società Finanziaria  AGOS Ducato oppure da altra scelta dallo stesso Corsista.

La domanda di ammissione dovrà contenere i seguenti dati:

  • i dati anagrafici compresi quelli relativi alla residenza;
  • una fotocopia della carta di identità e una fotocopia del codice fiscale;
  • una autocertificazione del possesso dei diritti civili e politici nonché della inesistenza di condanne penali o di procedimenti giudiziari in corso;
  • un breve curriculum vitae del candidato;
  • in autocertificazione la tipologia del diploma di laurea, la sede e l’anno di conseguimento con la relativa  votazione ed ogni altro titolo utile accademico e formativo conseguito entro i termini di scadenza del bando; per i cittadini extracomunitari, il diploma che ha consentito la loro ammissione all’Università, debitamente tradotto e legalizzato dalle competenti rappresentanze italiane secondo le norme vigenti in materia per l’ammissione di studenti stranieri a corsi di laurea nelle Università italiane;
  • copia della ricevuta del versamento della quota di iscrizione di €. 800,00 o copia della ricevuta di pagamento della prima rata di iscrizione al corso pari ad euro 400,00 ( IVA compresa) e copia cell ricevuta del 2° versamento  di euro 400,00 che dovrà essere effettuata  prima dell’inizio del Corso.

I candidati dovranno anche fornire i dati del proprio indirizzo e-mail ed il numero del cellulare ai quali la Direzione del Corso invierà tutte le comunicazioni relative al Corso. Tanto la Federazione Italiana Lavoratori Emigranti quanto  l’Associazione Nazionale Pubblicisti e Giornalisti Liberi si dichiarano sin d’ora esenti da qualsiasi responsabilità  per il caso di dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatte indicazioni della residenza, del recapito e degli indirizzi di posta elettronica da parte del candidato e  da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dei soggetti che hanno organizzato il  Corso di Alta Formazione Si precisa, altresì, che il mancato raggiungimento del numero minimo ( almeno 15)  non consentirà l’attivazione del corso. L’Amministrazione provvederà successivamente a escludere i candidati che, a seguito di verifiche, non risulteranno in possesso dei titoli di ammissione previsti dal presente bando. Nel caso in cui, dalla documentazione presentata dal candidato, risultino dichiarazioni false o mendaci, rilevanti ai fini dell’immatricolazione, ferme restando le sanzioni penali di cui all’ art. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000, lo stesso candidato decadrà automaticamente d’ufficio dal diritto di partecipazione al Corso e non gli verranno rimborsate le quote di iscrizione pagate. L’elenco dei Corsisti ammessi sarà pubblicato sui siti: www.angpl.it e www.corrierepl.it, www.file.it

Informazioni

Tutte le informazioni di carattere amministrativo e organizzativo possono essere richieste alle Segreterie  e dell’Associazione Italiana Pubblicisti e Giornalisti Liberi. Ai sensi dell’art. 13 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, comma 1, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la FILE e l’Associazione Italiana Pubblicisti e Giornalisti Liberi  per le finalità di gestione di quanto descritto nel presente bando. Il conferimento di tali dati è obbligatorio e necessario ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena la possibile esclusione dal concorso secondo quanto stabilito dalle norme del presente bando. Il candidato gode, altresì, dei diritti di cui all’art. 7 del citato Decreto legislativo tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Info e contatti:

-C/o Istituto Professionale “ L. Santarella”  Via G. Di Vagno, n. 10 – 70126  Bari

Martedì’ e Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

-FILE – Corriere di Puglia e Lucania, Via della Repubblica, n. 71 N – 70125  Bari:

Direttore Pubbliche relazioni FILE  Loredana Lopez

E.mail: loredana.lopez1009@gmail.com – Mobile: 3287781219

Presidente  F.I.L.E.  Dott. Giacomo Marcario – Mobile: 3402587236

presidente.federestero@gmail.commarcario1@libero.itwww.federestero.it

Direttore  Corrierepl.it   Dott. Antonio Peragine

direttore@corrierepl.itwww.corrierepl.it

-Associazione Nazionale Pubblicisti e Giornalisti Liberi

www.angpl.it; info@angpl.it